domenica 24 giugno 2012

Sono uscita, e per ben due volte. Si lo so che non sembra niente di che, ma per significa iniziare a a riprendere il controllo della mia vita. Avantieri ho passato la mattinata a farmi bella, mi sono smaltata le unghie, ho dato una sistemata ai capelli, ho fatto una maschera rilassante per il viso, ho preso il telefono mandato due messaggi e ta dan: sono uscita con due mie compagne di classe. S. ed M. non mi sono mai state ne simpatiche ne antipatiche, ma siccome sono due delle poche persone ch conosco nella mia città mi sono fatta coraggio e sono uscita. Ho passeggiato, ho mangiato un gelato due palline al melone che mi piace tanto, abbiamo chiaccherato di scemenze come non capitava da tanto tempo. Sono uscita per un totale di 2 ore e 35 minuti a me sembrava di aver scalato l'Everest, non ero più abituata al contatto umano, ma almeno ho agito prima di inselvatichirmi, sono felice di aver raggiunto quest'obbiettivo.
Ieri sono uscita di nuovo, ma questa volta ero con mia madre, che ha deciso di portarmi in giro per negozi. Mi sono comprata un paio di pantaloncini bianchi con una cinturina blu notte che mi fanno pensare ai completi alla marinara, poi ci siamo fermati in un posto davvero carino dove fanno le crepes e io ne ho  preso una concon mozzarella e pomodoro, mi dispiace per la mia dieta ma era davvero buona. Oggi però pesavo 44.6, mi dispiace visto che ero riuscita ad arrivare a 44 tondi tondi, cerco di ristabilire un pò la situazione con la ginnastica visto che oggi per mia grande fortuna sono a casa da sola.
Avete ragione comunque, non serve a niente stare a piangere senza far niente, così da adesso cercherò di uscire di più, di coltivare qualche amicizia senza dimenticare di essere me stessa.
Grazie mille per il vostro sostegno, senza di voi sarei persa!
Vi stringo,
Ele

venerdì 22 giugno 2012

Come scorrono lentamente le giornate, passo la notte aspettando il giorno nella speranza di qualche novità e passo il giorno perdendo tempo per aspettare la notte e il giorno che verrà, con la speranza di qualche novità. L'estate dovrebbe essere divertente, tutti che durante l'anno non aspettano altro che l'estate, ma io invece la passo chiusa in casa tra letto e divano, perchè non posso uscire con le amiche a prendere un gelato? perchè non posso passare la giornata in spiaggia a divertirmi? Perchè io non ho amiche e perchè io odio la spiaggia. Perchè devo essere così diversa dagli altri, non posso essere semplicemente come tutti?! Io voglio essere come la massa, perchè devo esserne esclusa?? Voglio un peso decente, senza tutta questa ciccia, voglio essere bella, voglio avere amiche, voglio godermi il momento senza pensare al futuro, voglio potermi distrarreda tutto ciò che riguarda la mia vita..
  Vi stringo,
Ele

sabato 16 giugno 2012

Devo andarmene da questa casa di matti. Non li sopporto più. Cercano solo di farmi suicidare. Io non chiedo una famiglia perfetta, voglio solo che non cerchino di rovinarmi la vita. Non sopporto più i loro commenti, stanno sempre dicendo che sono una stronza, che non servo a niente. Devo andarmene il più lontano possibile da loro. Non ce la faccio più..

giovedì 14 giugno 2012

Sarebbe bello avere la vita facile,
 la strada spianata pronta a essere percorsa.
Ma io mi voglio complicare la vita.
Non so se è per stupidità o cosa.
Ma a me non mi riescono bene le cose facili.
Perciò devo complicare, rendere tutto più difficile.

Le cose semplici sono vuote, senza sapore.
Le cose problematiche ti lasciano un amaro retrogusto.
Le cose facili sono noisose e ti rendono apatico.
Le cose complesse ti danno carica, ti rendono più dinamico.
E' tanto facile scendere sempre più giù,
ma a me piacciono le sfide e voglio arrivare in alto,
per quanto possa essere ripida una salita
la sensazione che hai quando la superi
non può essere eguagliata da nulla.

A me non piace vincere facile,
voglio il brivido della sfida.
Non ci vuole niente a  scendere,
è difficile avere la forza di puntare in alto.
Sarebbe meglio avere una vita così facile da essere noiosa,
o sudare per ottenere ciò che vuoi ed avere la soddisfazione di averla ottenuta?

Non mi accontanto di niente,
arrivo a un traguardo e sto già pensando al prossimo,
perchè devo vivere il presente se non mi piace?
Il presente è una realtà, ma la speranza è nel futuro.

Forse è da masochisti pensarla così,
ma non voglio una vita statica,
non voglio neanche una morte statica,
forse è per questo che mi ammazzo poco alla volta ogni giorno,
un pò mangiando un pò digiunando,
così mi complico anche la morte.

mercoledì 13 giugno 2012

Mi sento una sconosciuta a casa mia, anzi mi sento un fantasma. Sto sempre aiutando in casa, sto sempre facendo del mio meglio, e loro non mi considerano. Al massimo fanno a turno per insultarmi o per trovare qualche nuovo difetto, mia sorella ha inventato un gioco che piace molto anche ai miei genitori: elenca 5 cose che non vanno in Ele oggi! E' deprimente arrivare a casa dopo una giornata di scuola e sentire come prima cosa insulti sul perchè ieri non ho studiato come avrei dovuto o sul perchè non sto aiutando a casa abbastanza. Vivere con una famiglia del genere è più simile alla vita in caserma, non per niente sono l'unica che a 16 anni deve tornare a casa alle 20 di sera, non so se lo fanno perchè sono protettivi o semplicemente perchè vogliono che sia costantemente umiliata..
Vorrei che ci fossero kilometri di distanza tra me e la mia famiglia.
Vorrei che per una volta mia madre non chiedesse alle commesse un paio di jeans che nascondano il mio "sedere grande".
Vorrei che per una volta mi chiedessero come è andata la giornata.

Vi stringo,
Ele

martedì 12 giugno 2012

Buone vacanze!

Finalmente dopo nove mesi di triste agonia ora la scuola è finita!
Abbiamo tre mesi per riprenderci, non so voi ma per me quest'anno è stato un vero incubo. Tra qualche giorno (non so precisamente quando) appendono i quadri, e finalmente saprò la mia sorte, siccome ho recuperato tutto tranne matematica non so se sono rimandata o promossa a giugno.
Spero con tutta me stessa di passare l'estate a non fare niente piuttosto che studiare matematica, ormai il mio cevello si rifiuta di capirci qualcosa..
Peso 45.3, la bilancia per ora non ha intenzione di variare molto, ma almeno sto cercando di regolarmi durante i pasti! Non vedo l'ora di partire per le vacanze, sono emozionatissima di andare in Inghilterra, purtroppo quest'anno non ce l'ho fatta per andare in Germania ma conto di andarci il prossimo per un paio di settimane!
In questi giorni mi sono annoiata a morte, senza la scuola mi ritrovo senza fare niente, devo riiniziare con qualche hobby ma non so ancora su cosa puntare..
Insomma per ora sono in un momento di stallo, vi farò avere notizie il prima possibile!
Vi stringo,
Ele

sabato 2 giugno 2012

Sembra quasi impossibile che sia già quasi estate, il tempo scorre molto molto velocemente.
Le cose in un anno cambiano, cambio io, cambiano gli altri.
Cosa è cambiato dall'anno scorso? Io sono di nuovo sola. La mia famiglia mi tratta come una sconosciuta. Le mie amiche hanno di meglio di fare. E io ho questa idea pazza di dimagrire, sembra così impossibile. Mi domando come sarà tra un anno, cos'altro cambierà ancora, magari avrò la mia borsa di studio, una media tra l'otto e il nove, un fisico perfetto; oppure può anche non cambiare assolutamente niente, in fondo io non ne voglio sapere di impegnarmi come si deve. Quest'estate vado a Londra per un mese, chissà dove sarò l'anno prossimo. Non so se l'incertezza renda la vita più intrigante o più spaventosa. Ma intanto sono qui il 1° di giugno, da sola, a studiare, con i miei 45.8 kg.
Spero di continuare a reggere e raggiungere il mio obbiettivo per Londra, non voglio essere una "big girl" anche li.

***Ho notato che alcune di voi hanno reso i propri blog privati, volevo chiedere l'invito anche se non commento tanto è sempre un piacere leggervi Marceline, Chelsea S.

Vi stringo,
Ele